Storie di valorizzazione culturale

Storie di valorizzazione culturale: intervista a Giuseppe Ariano

"Non esistono ricette valide per sviluppare strategie di promozione culturale efficaci. Proprio perché l’Italia può vantare un patrimonio culturale e paesaggistico diffuso, la valorizzazione può avvenire solo collegando il bene al territorio. La ricetta efficace è nel particolare, nel luogo, nelle persone che ci vivono, nelle realtà locali"

In occasione dei venti anni del CRPC - Corso di Perfezionamento per Responsabile di Progetti Culturali, ecco l’intervista a Giuseppe Ariano, project manager e consulente MiBACT - Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e alumno del CRPC Lecce-2008/09.

Giuseppe Ariano si occupa di management dei beni culturali e comunicazione della cultura. Lavora per il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo occupandosi di management culturale, della promozione sui social media del patrimonio culturale e del progetto MuD, Museo Digitale. Insegna project management al master di Economia e Management dell'Arte e dei Beni Culturali della Business School del Sole 24 ORE. A Salerno, insieme a sei amici, ha dato vita a Fonderie Culturali, associazione no profit che ha fatto del promozione della cultura la sua missione e attraverso la quale gestisce i servizi al pubblico e la valorizzazione del Museo Archeologico di Salerno.