Struttura

Un percorso formativo per consolidare le proprie competenze unendo basi teoriche, esperienze pratiche e visite di studio

Descrizione

I manager della cultura si trovano a progettare e prendere decisioni in uno scenario sempre più complesso e caratterizzato da incertezza e rapide trasformazioni. Un buon progettista è quindi una figura ibrida e complessa che miscela sensibilità artistiche, curiosità e  creatività con competenze gestionali e organizzative alla continua ricerca di nuove forme di sostenibilità.
Il programma base compone l’ossatura principale del corso e si articola in 6 moduli didattici che affrontano le competenze eterogenee ma indispensabili per il progettista culturale.

Modulo 1 - Scenari e Cultural Planning

Fare i conti con la realtà contemporanea; leggere il contesto e comprenderne le dinamiche sociali, culturali, economiche; interpretare le politiche e le evoluzioni in corso; valutare le proprie risorse, ripensare e valorizzare la propria identità, orientare di conseguenza le strategie.

  • scenari, trend e nuovi ruoli di chi fa cultura
  • evoluzione delle politiche culturali
  • identità e analisi del capitale umano, organizzativo e relazionale
  • mappatura delle risorse culturali su base territoriale
  • principi di cultural planning e strategie di progettazione

Modulo 2 - Progettare la sostenibilità

Strumenti e strategie per sviluppare dei progetti efficaci e sostenibili. Dall’idea progettuale alla verifica di fattibilità, dalla costruzione del team  al coinvolgimento di partner e sponsor, dalla gestione dei rischi alla valutazione dei progetti e degli impatti prodotti: i fondamenti di una metodologia di lavoro sperimentata.

  • Strumenti per l’analisi e le fasi della progettazione
  • Gestione della complessità e dei rischi
  • Fattibilità economica e finanziaria
  • Pianificazione e team management
  • Valutazione impatti e monitoraggio progetti

Modulo 3 - Marketing innovativo e nuovi pubblici

La cultura dal punto di vista di chi la fruisce. Una riflessione su audience e nuovi pubblici, per comprendere e ripensare il rapporto tra domanda e offerta culturale. Una panoramica su approcci e strumenti, per stare al passo con le rapide trasformazioni della società di oggi.

  • Nuove frontiere del marketing culturale
  • Principi di audience development e approcci partecipativi
  • Segmentazione e targeting
  • Sistema di offerta e posizionamento
  • Piano di marketing strategico

Modulo 4 - Fundraising

Il fundraising come approccio strategico per integrare la sostenibilità di progetti e organizzazioni. Strategie e tecniche per estendere le risorse finanziarie e strumentali, indagando il punto di vista dei potenziali finanziatori, con un focus particolare su imprese e fondazioni.

  • Elaborare una strategia generale di fundraising
  • Le nuove frontiere del corporate fundraising e della filantropia
  • Progettare una proposta di fundraising verso aziende e fondazioni
  • Il management del fundraising e valutazione delle attività
  • Gestione dei follow up e delle relazioni

Modulo 5 - Comunicazione

Come cambiano strategie e strumenti per una comunicazione al passo con i tempi. Obiettivo: impostare una strategia integrata non solo per trasmettere delle informazioni, ma per veicolare la propria identità, coinvolgere i pubblici e aggregare delle comunità.

  • Impostare un piano di comunicazione strategica
  • Principi di storytelling
  • Dagli strumenti tradizionali alle nuove tecnologie
  • Gestire il budget di comunicazione
  • Community engagement
  • Gestione dei media e pubbliche relazioni

Modulo 6 - Sviluppo internazionale

Ampliare gli orizzonti delle proprie attività a livello internazionale diventa sempre più centrale sia in rispondenza al mondo interconnesso di oggi, sia per costruire una sostenibilità più solida e arricchire le proprie competenze. Cosa significa lavorare a livello internazionale e quali competenze servono?

  • Introduzione alle politiche e ai programmi dell’Unione Europea
  • Attori e scenari della cooperazione internazionale
  • La costruzione di partenariati transnazionali
  • Networking e opportunità di crescita professionale
  • Lavorare a livello internazionale e le implicazioni sull’organizzazione

Visita studio 
Viaggare per studiare, fare network, confrontarsi e crescere

Esperienze internazionali e multidisciplinari, elemento centrale per la crescita professionale di chi vuole lavorare in ambito culturale. Oltre alle testimonianze in aula, il CRPC prevede quindi una visita studio in diverse realtà e organizzazioni. I partecipanti potranno visitare gli spazi e comprenderne le strategie e dinamiche organizzative grazie all’incontro diretto con i responsabili delle singole organizzazioni. L’opportunità di visitare una città attraverso gli occhi dei professionisti che la abitano.

La visita studio per il CRPC XXIII sarà a Berlino.

Berlino oggi: progetti e imprese culturali in trasformazione 

Berlino, una delle capitali europee dell’avanguardia artistica contemporanea, vive oggi una fase di ri essione sugli impatti delle più recenti trasformazioni. La visita di studio permette di scoprire da un punto di vista inedito alcune delle realtà culturali più innovative della capitale tedesca: un viaggio alla ricerca di modelli innovativi di gestione e sostenibilità e di soluzioni per il rinnovamento, attraverso il confronto con professionisti di elevato profilo. 

Chi partecipa al CRPC con le formule "Focus Progetto" o "Focus Mentoring" può personalizzare il proprio percorso di formazione scegliendo due corsi brevi tra quelli presenti nel catalogo dell'offerta formativa di Fondazione Fitzcarraldo per il 2019.  Questa opportunità permette ai partecipanti di personalizzare il proprio percorso, approfondendo competenze specifiche necessarie per i propri progetti e la crescita professionale.

Il catalogo entro cui scegliere i propri corsi sarà disponibile a partire da fine 2018 e comprende moduli formativi di 3 giorni su diverse tematiche della progettazione. A titolo di esempio alcuni temi che potranno essere sviluppati e approfonditi in occasione dei corsi a scelta potranno riguardare:

  • Strumenti di analisi dei pubblici
  • Strategie di audience development
  • Europrogettazione per la cultura
  • Social Media Strategy
  • Crowdfunding e raccolta fondi da individui
  • Budgeting e controllo di gestione
  • ... e altri corsi in arrivo

N.B. Le attività calendarizzate potrebbero subire alcune variazioni per causa di forma maggiore, in funzione della disponibilità dei docenti e degli spazi prescelti per la formazione. Sarà nostra premura mantenere le date comunicate e nel caso comunicare tempestivamente le variazione.

Il calendario dei corsi a scelta verrà aggiornato entro dicembre 2018.

Tutte le attività a scelta saranno attivate al raggiungimento di minimo 8 partecipanti.

Chi partecipa al CRPC con le formule "Focus Progetto" o "Focus Mentoring" può affiancare la formazione a 2 workshop intensivi per lo sviluppo del proprio progetto, presentato al momento dell’iscrizione. 6 giornate di laboratorio pratico con lo scopo di definire e strutturare un piano strategico e lavorare per rendere fattibile la propria idea progettuale, alla presenza dei tutor del corso ed esperti esterni.

I laboratori permettono ai partecipanti di mettere in pratica le conoscenze e competenze acquisite direttamente sui progetti che stanno sviluppando o intendono sviluppare fuori dall’aula. 

Laboratorio 1 – Definizione del profilo strategico

Identificare i pilastri portanti dell’idea progettuale: dal setting degli obiettivi alla definizione della proposta di valore e dei target, dalla costruzione del sistema di offerta all’analisi delle risorse occorrenti.

Laboratorio 2 – Fattibilità e costruzione della sostenibilità

Come passare dall’idea a un progetto realizzabile: la definizione del modello di business, la costruzione delle partnership e del funding mix. l’organizzazione del team e l’impostazione del piano economico finanziario.

Chi partecipa al CRPC con la formula "Focus Mentoring" potrà godere di un accompagnamento personalizzato allo sviluppo di un proprio progetto o della propria organizzazione.

L’accompagnamento individuale comprende:

  • Audit iniziale svolto dal team di Fitzcarraldo
  • 30 ore di consulenza dedicate da parte di un team di professionisti selezionato in base agli obiettivi e alle esigenze dell'organizzazione coinvolta